COMUNICARE HUMANUM EST®

… partendo dal presupposto che la speranza non è una strategia e che si conosce il prezzo di ogni cosa ma il valore di niente, da sempre vivo e professo la comunicazione per vocazione e perché, di fatto, mi permette di dedicare tempo al mio hobby preferito: vivere per raccontarla.

faccio questo lavoro perché ho avuto l’individuazione junghiana del “se” professionale

perché bisogna saper vedere il mondo in un granello di sabbia, il firmamento in un fiore di campo, l’infinito nel cavo di una mano e l’eternità in un’ora

perchè credo che ognuno debba non essere artefice, ma arteficere del proprio destino

perchè un’idea, un concetto, finché resta un’idea è soltanto un’astrazione e se potessi mangiare un’idea avrei fatto la mia rivoluzione

perchè la vera crisi è la crisi dell’incompetenza ciò che non si sa è molto più importante di ciò che si sa

ricordandosi che le anatra depongono le loro uova in silenzio mentre le galline invece starnazzano come impazzite. qual’è la conseguenza? tutto il mondo mangia uova di gallina.

 

(citazioni in ordine di apparizione: Napoleone Bonaparte – Oscar Wilde – Gabriel García Márquez – Luigi Zoja – William Blake – Alessandro Bergonzoni – Giorgio Gaber – Albert Einstein – Nassim Nicholas Taleb – Henry Ford – l’ispirazione del finale della prima frase arriva da Kary Mullis che dopo aver ricevuto il premio Nobel per la Chimica nel 1993, disse: “L’assegnazione del Nobel mi ha permesso di dedicarmi con regolarità al mio hobby preferito: il surf tra le onde del Pacifico.” enjoy. – davide novali | temporary communication manager – )